il PROGRAMMA IN PILLOLE
Il poli ha avuto un’idea geniale! Strano, sembra proprio la tua!

Garantire l’attribuzione della proprietà intellettuale del progetto allo studente.

E io pago!

Fissare, per ogni laboratorio, un budget massimo previsto di spesa, per evitare agli studenti esborsi insostenibili e imprevisti.

Sei stufo di ripetere sempre la stessa storia? La stessa storia? La stessa storia?

Evitare ripetizioni di contenuto all’interno dello stesso corso di studi.

“Dopodomani consegna!” “Uhm…” “Maccome? Non vi bastano 2 giorni?!”

Avere all’inizio del semestre un calendario del corso ben definito e da rispettare.

La consegna finale ti opprime? Togliti un peso, c’è il secondo appello!

Far sì che sia lo studente a decidere a quale appello potersi iscrivere, senza essere penalizzato in alcuna maniera, potendo così organizzare al meglio le consegne dei progetti finali.

Consegna del progetto in sede d’esame… E poi?

Fornire agli studenti i criteri con cui il progetto verrà valutato, in modo da avere più chiarezza, garantire equità nella valutazione, e trasparenza nel rapporto tra studenti e docente.

Per loro dieci tavole, mentre tu un book con relazione da 10.000 caratteri? No, grazie: stesso corso, stesso esame!

Garantire equità tra i diversi scaglioni nei temi d’esame e nella valutazione tramite maggiore collaborazione tra i docenti.

Non prese per il c**o, ma prese elettriche!

Predisporre più prese elettriche nelle aule in cui si svolge attività didattica che necessita l’impiego dei pc.

COME VOGLIAMO REALIZZARLO

Cioè il programma in esteso

Gli ostacoli che un Libero Professionista oggi si trova di fronte nel mondo del lavoro stanno diventando sempre più sfaccettati e di difficile risoluzione. La sue idee devono continuamente confrontarsi con un ambiente spesso contemporaneamente ostile e accogliente, inclusivo ed esclusivo, elitario o massificato. Siamo pertanto convinti che sia possibile ottenere una formazione di alta qualità solo garantendo un ambiente adatto al concepimento di idee creative ed innovative.

Il poli ha avuto un’idea geniale! Strano, sembra proprio la tua!

Garantire l’attribuzione della proprietà intellettuale del progetto allo studente.

Spesso alcuni progetti degli studenti vengono ripresi e utilizzati dal Politecnico, senza che però venga mai citato l’autore! Per questo motivo vogliamo garantire l’attribuzione della proprietà intellettuale del progetto allo studente nel caso esso venga sfruttato in qualsiasi modo da terze parti, ad esempio citato in pubblicazioni accademiche e non, oppure sviluppato a scopi commerciali.

E io pago!

Fissare, per ogni laboratorio, un budget massimo previsto di spesa, per evitare agli studenti esborsi insostenibili e imprevisti.

Fissare, per ogni laboratorio, un budget massimo previsto di spesa, per evitare agli studenti esborsi insostenibili e imprevisti.

Tale budget sarebbe da concordare volta per volta con i docenti del laboratorio, da verificarsi grazie alla presentazione degli scontrini di materiali e lavorazioni richieste in modo da evitare spese insostenibili per alcuni studenti e aiutarli a preventivare la spesa per i mesi successivi

Sei stufo di ripetere sempre la stessa storia? La stessa storia? La stessa storia?

Evitare ripetizioni di contenuto all’interno dello stesso corso di studi.

Monitorare attentamente i piani degli studi, per evitare ripetizioni di contenuto all’interno dello stesso corso di studi e variare l’offerta formativa differenziando i campi di competenza di ciascun insegnamento. Rivedere inoltre la distribuzione dei CFU di alcuni corsi.

“Dopodomani consegna!” “Uhm…” “Maccome? Non vi bastano 2 giorni?!”

Avere all’inizio del semestre un calendario del corso ben definito e da rispettare.

Avere all’inizio del semestre un calendario del corso ben definito e da rispettare per evitare di ritrovarsi consegne improvvise e a brevissima scadenza. Inoltre faremo in modo che le eventuali modifiche vengano comunicate dal docente con almeno una settimana d’anticipo tramite e-mail.
Il calendario dovrà essere reso pubblico e rimanere disponibile in qualsiasi momento del semestre sulla piattaforma online.

La consegna finale ti opprime? Togliti un peso, c’è il secondo appello!

Far sì che sia lo studente a decidere a quale appello potersi iscrivere, senza essere penalizzato in alcuna maniera, potendo così organizzare al meglio le consegne dei progetti finali.

Molti insegnamenti prevedono che la consegna dell’elaborato finale di laboratorio avvenga solo nel primo appello, limitando in tal modo la possibilità degli studenti di organizzare il proprio tempo di studio e di lavoro in preparazione agli esami.

Assicurarsi che la data di consegna dell’elaborato finale di laboratorio sia compatibile con quella degli esami da preparare nello stesso semestre, permettendo inoltre agli studenti partecipanti di usufruire degli appelli successivi per consegnare l’elaborato finale richiesto, senza essere penalizzati in alcuna maniera!
In tal modo sarà lo studente a organizzare il proprio calendario, potendo sfruttare al meglio il tempo a disposizione, senza essere obbligato a concludere frettolosamente la consegna per rispettare la prima scadenza imposta.

Consegna del progetto in sede d’esame… E poi?

Fornire agli studenti i criteri con cui il progetto verrà valutato, in modo da avere più chiarezza, garantire equità nella valutazione, e trasparenza nel rapporto tra studenti e docente.

Spesso l’esame consiste nella consegna di un progetto, valutato poi a porte chiuse dai docenti. Ma in che modo viene assegnata tale valutazione? Lo studente, purtroppo, la maggior parte delle volte, non è a conoscenza di quanto e di come possa essere valutata ogni fase del processo progettuale che costituisce l’elaborato finale. Per questo sarebbe utile che agli studenti venga fornita una tabella che riassuma le varie fasi del progetto finale e che dimostri quanto ognuna di esse possa valere.

Fornire agli studenti i criteri con cui il progetto verrà valutato, in modo da avere più chiarezza, garantire equità nella valutazione, e trasparenza nel rapporto tra studenti e docente.

Per loro dieci tavole, mentre tu un book con relazione da 10.000 caratteri? No, grazie: stesso corso, stesso esame!

Garantire equità tra i diversi scaglioni nei temi d’esame e nella valutazione tramite maggiore collaborazione tra i docenti.

Spesso nei corsi di studio divisi in più scaglioni capita che le modalità e la difficoltà dell’esame siano a volte fin troppo differenti tra loro. Proponiamo maggiore collaborazione tra i professori dei diversi scaglioni per garantire equità tra i diversi scaglioni nei temi d’esame e nella valutazione.

Non prese per il c**o, ma prese elettriche!

Predisporre più prese elettriche nelle aule in cui si svolge attività didattica che necessita l’impiego dei pc.

Per evitare il tragico spegnimento del computer nel bel mezzo della lezione proponiamo che siano predisposte più prese elettriche nelle aule in cui si svolge attività didattica che necessita l’impiego dei pc, in particolare quelle utilizzate per i laboratori.