PRINCIPI DIDATTICI PER LA LAUREA MAGISTRALE DEL CORSO DI URBANISTICA

LE OSSERVAZIONE DEGLI STUDENTI

1. Manifesto degli Studi della Laurea Magistrale

I rappresentanti degli studenti nell’adempire i propri doveri di rappresentanza osservano l’offerta formativa che il Corso in Urbanistica offre anche per il percorso della Laurea Magistrale. La rappresentanza unitamente rileva alcuni punti da approfondire:

– il II anno della Laurea Magistrale ha subito una flessione della varietà, della quantità dei corsi offerti dall’ateneo e del margine di scelta degli studenti rispetto gli stessi. I corsi tolti presentano una valutazione didattica media di 2,8, mentre i corsi ancora disponibili hanno una valutazione didattica media di 2,4, non tenendo conto dei corsi non valutati.

Rispetto gli studenti iscritti si è evidenziato che i corsi sospesi erano caratterizzati da un elevato numero di studenti iscritti, giungendo ad avere in certi casi a 78 studenti iscritti.

Un cambiamento dovuto ad alcune necessità economiche o scelte didattiche che gli studenti desiderano comprendere e approfondire nel confronto con il Presidente del Consiglio del Corso di Studio.

L’intenzione sarebbe di approfondire i criteri che sono stati scelti per la riduzione dei corsi nonché i motivi che hanno portato ad una minore possibilità di scelta.

2. La necessità di internazionalizzazione e il confronto con esperienze estere

Le università italiane sono chiamate a intraprendere un processo di internazionalizzazione, che riguarda sia la composizione dell’utenza degli atenei sia contenuti e metodologie.

Un’ipotesi che si vuole avanzare sarebbe la possibilità di istituire corsi oppure seminari all’interno dei corsi stessi, scelta forse più accettabile, tenuti da professori o progettisti stranieri qualificati, in modo che si possa svolgere un confronto fra esperienze nazionali ed internazionali.

Questa ipotesi è stata elaborata in particolare per la maggiore dinamicità che si osserva come caratteristica principale dei fenomeni urbani e territoriali, da cui la necessità di apprendere e sviluppare modalità sempre più sofisticate che favoriscano il governo del territorio. Si suppone di poter rispondere quest’ultima urgenza sviluppando un maggiore confronto con esperienze estere all’avanguardia.

 

Al Presidente del CCS

Dott. Gabriele Pasqui

Unitamente la rappresentanza studentesca

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: