ORGANI CENTRALI

Cosa è successo

  • Aumento da 30 a 32 CFU inseribili in sovrannumero in LT, per garantire a chi si immatricola alla LM al secondo semestre di acquisire tutte le frequenze del primo semestre magistrale.
  • Modifica al processo di ammissione ai corsi di laurea di ingegneria: dal prossimo anno le immatricolazioni alla LT si svolgeranno solo a luglio e con un sistema di graduatorie; garantita la prima scelta per chi supera il test al IV anno delle scuole superiori.
  • Miglioramenti al regolamento tasse

o   Innalzata da 30 a 32 CFU la soglia per cui si corrisponde il 50% del dovuto

o   Ridotta dal 50% al 25% la quota dovuta dai laureandi con piano degli studi dell’anno precedente completo

  • Semestralizzazione borsa DSU per un trattamento più equo di chi si immatricola al II semestre, che potrà così ricevere la borsa con una richiesta di merito commisurata al periodo ridotto di frequenza.
  • Aumento posti nelle residenze e accelerazione delle graduatorie: inaugurate due nuove residenze (Pareto e Einstein), arrivando quindi a garantire in totale 1045 posti letto per gli studenti DSU
  • Grandi cantieri

Si sono avviati i lavori per alcuni grandi progetti edilizi che consegneranno al Politecnico spazi rinnovati; in particolare:

o   Via Bonardi, Campus Architettura: dopo la demolizione di due edifici si prosegue con la riqualificazione del Trifoglio e con i lavori che porteranno alla costruzione di tre nuovi edifici (aule da disegno, laboratorio modelli, aule per lezione frontale)

o   Vi.Vi Polimi: al primo piano dell’edificio 11 è stato realizzato un ampio spazio studio (Agorà degli studenti), prossimi passi la riqualificazione dei cortili interni della sede storica di Leonardo e la creazione di una “collina” nel campus La Masa, che porterà anche alla nascita di nuove aule studio

o   Bovisa Durando: dopo anni di dismissione il Politecnico ha acquistato il blocco di edifici su via Durando, creando aule per più di 1000 posti nel nuovo edificio B8

  • Spazi studio: nonostante i cantieri attivi abbiamo monitorato che il numero di posti studio non diminuisse troppo drasticamente, individuando anche soluzioni temporanee alternative; al contempo abbiamo lavorato per garantire una maggiore pubblicizzazione del posizionamento degli spazi disponibili.
  • LM in inglese, a seguito della sentenza del Consiglio di Stato a partire dal prossimo A.A. ogni studente dovrà avere la possibilità di frequentare un percorso magistrale con almeno 3 righe di piano di studi in italiano
  • Nuove mense: da gennaio 2018 è subentrata una nuova gestione, con una significativa riduzione dei prezzi (circa -1,5€ in meno a menù), un aumento dell’offerta ed è stata introdotta la possibilità di sostituire la bottiglietta d’acqua con un frutto o con uno yoghurt
  • Doppio libretto per studenti in transizione di genere: il Politecnico,
    all’interno dell’Ateneo, garantisce il riconoscimento del percorso di transizione di genere tramite l’attivazione di un doppio alias garantendo quindi la possibilità di utilizzare il nome scelto agli studenti che stanno effettuando una transizione di genere, anche prima del riconoscimento legale che segna la fine di questo processo
  • Patrocinio del Politecnico al Milano Pride: dal 2017 il Poli ha accolto l’invito a patrocinare il Milano Pride, per indicare il supporto dell’ateneo ai propri studenti LGBT e un’attenzione alle tematiche della diversity
  • Entrambi gli appelli di febbraio utili per la laurea: a seguito della modifica del calendario accademico si è riuscito ad ottenere che, sul modello delle lauree di settembre, a febbraio entrambi gli appelli di esame della sessione siano utili per laurearsi
  • Più trasparenza nella pubblicazione dei questionari sull’opinione degli studenti: superate le indicazioni di soddisfazioni “bassa/media/alta”, sostituite da un valore numerico arricchito dalla distribuzione delle valutazioni e da un confronto con la media di Ateneo
  • Associazioni studentesche più vive: è nato un tavolo di collaborazione tra le diverse associazioni per coordinare al meglio le proprie attività all’interno del Politecnico, anche tramite una semplificazione delle procedure

Cosa faremo

  • Studio tasse e proposta modifica sistema di tassazione: stiamo lavorando per rendere più equo il sistema di tassazione presente al Politecnico, passando da un sistema a fasce a un sistema lineare e progressivo
  • Career Service: stiamo portando proposte di miglioramento del servizio agli studenti, anche per quanto riguarda una maggiore verifica delle condizioni delle offerte di lavoro proposte
  • Nuove macchinette: è stato predisposto il nuovo appalto, nel quale abbiamo inserito prezzi più contenuti, maggiore offerta e numerosità delle macchinette (Un distributore di acqua gratuita minimo per edificio!)

AUIC

Cosa è successo:

  • Workshop: Sono state migliorate le schede dei workshop ed è stato stabilito che tutti i workshop del semestre debbano essere pubblicati sul sito di Scuola prima della chiusura del piano degli studi. Stiamo combattendo per far sì che i workshop offerti abbiano costi minori. Abbiamo collaborato con la Scuola per migliorare l’implementazione tecnica della misura.
  • Didattica innovativa: Attraverso un finanziamento statale, la Scuola garantirà corsi extra-curriculari gratuiti per migliorare la formazione di noi studenti e innoverà le modalità didattiche dei corsi curriculari
  • Taglio corsi: Quest’anno, per mancanza di fondi, sono stati tagliati numerosi corsi didattici. La messa in comune di parte dei corsi opzionali tra i corsi di studio garantirà una riduzione del disagio
  • Corsi opzionali messi in comune: Si è discusso e deliberato in Giunta di mettere in comune i corsi opzionali tra i diversi corsi di studio per dare la possibilità allo studente di avere una scelta più vicina alle proprie aspettative formative e una maggior qualità didattica.


Cosa abbiamo fatto:

  • Corsi singoli: Siamo riusciti a far spostare la data di presentazione dei corsi singoli dopo il periodo di immatricolazione per le magistrali per ampliare le possibilità di accesso.
  • Sovrannumero: Siamo riusciti a garantire la possibilità per gli studenti di architettura di anticipare parte degli esami in sovrannumero della magistrale in triennale per non far perdere tempo inutile agli studenti con pochi esami alla laurea.
  • Costi di architettura: Abbiamo continuato il lavoro iniziato negli anni precedenti per mappare la spesa dei costi accessori ad architettura (stampe, modellini, sopralluoghi, etc.) e siamo riusciti ad ottenere l’installazione di mensole per il deposito dei modellini e i software Adobe gratuiti.
  • Armadietti: Abbiamo collaborato a realizzare un sistema di assegnazione degli armadietti a base semestrale che ha permesso una maggiore rotazione dell’accesso per gli studenti.
  • Vincolo matematica: Abbiamo fatto sì che gli studenti del terzo anno che non avevano ancora sostenuto l’esame di matematica potessero ugualmente inserire il corso di scienza delle costruzioni, attuando un anno di esonero dal vincolo.
  • FAQ: Abbiamo convinto la Scuola a costruire un sistema di FAQ per rendere più facile per lo studente rispondere ai propri dubbi senza dover ricorrere in segreteria. Nei prossimi mesi verranno espanse!

Cosa stiamo facendo

  • Piani autonomi: Stiamo lavorando per far che gli studenti possano accedere più facilmente alla compilazione di piani autonomi affinché sia possibile costruire piani degli studi più rispondenti alle proprie aspettative di formazione e carriera
  • Costi Architettura: Presenteremo i dati nella Giunta della Scuola e chiederemo una riduzione sensibile dei costi del Poliprint, l’installazione di stampanti nei corridoi a prezzi agevolati, un ampliamento dei materiali da modellismo venduti a prezzi ridotti e uno spazio per lo scambio di materiali da modellismo usati tra gli studenti

ICAT

Cosa è successo

  • Assegnazione dei punti alla laurea triennale: il nuovo regolamento verrà applicato a partire dal corrente anno accademico (salvo transitori); questo prevede l’abolizione della tesina triennale. Il massimo punteggio ottenibile rimane di 8 punti: parte dei 6 punti verranno assegnati in base alla media con cui ci si presenta all’esame di laurea, i restanti 2 punti saranno associati al voto preso in alcuni esami che prevedono dei progetti (3 per gli ingegneri ambientali, 2 per gli ingegneri civili);
  • Didattica innovativa: da quest’anno accademico alcuni corsi verranno erogati in maniera diversa dalla lezione frontale; le variazioni stabilite prediligono l’attività interdisciplinare svolta in gruppo;
  • Esame di Stato: la questione degli Esami di Stato è stata discussa nei vari organi di Scuola e poi successivamente con l’Ordine degli Ingegneri, al fine di segnalare una situazione di squilibrio tra le condizioni (in termini economici e di tipologia di prova) stabilite a Milano e quelle delle altre realtà italiane;
  • Questionari di valutazione e Commissione Paritetica: è emersa l’esigenza di organizzare incontri anche con gli studenti iscritti ad anni diversi dal primo per ricordare il ruolo della Commissione e l’importanza del contributo studentesco nella valutazione della qualità della didattica.

Cosa abbiamo fatto

  • Report annuale della Commissione paritetica: abbiamo chiesto analisi approfondite per quanto concerne le risposte ai questionari della didattica, andando a studiare non solo le risposte medie ottenute, ma l’intera distribuzione;
  • Monitoraggio delle attività di tutorato (AMB): all’inizio di ogni anno accademico abbiamo realizzato per gli studenti di ingegneria per l’ambiente e il territorio (serviva infatti la collaborazione dei rappresentanti in CCS) un questionario volto all’individuazione dei corsi per i quali viene ritenuto utile l’attivazione di un tutorato e al monitoraggio di quelli attivati nell’a.a. precedente. Per diffondere il questionario per la prima volta è stato utilizzato da noi rappresentanti un canale ufficiale (l’email della segreteria di Scuola ICAT) allo scopo di raggiungere in maniera efficace tutti gli studenti.
  • Career Service: Collaborando con i rappresentanti in CCS, abbiamo contattato il Career Service per segnalare il sentimento di delusione diffuso tra noi studenti per quanto concerne le attività dedicate all’orientamento e all’incontro con le aziende di interesse per la nostra Scuola. Dopo un paio di mail scambiate e l’impegno da parte dell’ufficio a ricontattarci per condividere i feedback che avevamo ricevuto, non siamo più stati ricontattati.
  • Piani di Studio (AMB): ci siamo confrontati (insieme ai rappresentanti in CCS) con i professori responsabili dei Piani di Studio per quanto riguarda le difficoltà e gli ostacoli incontrati da noi studenti nella compilazione dei piani di studio autonomi/Erasmus.

Cosa stiamo facendo

  • Attività di tutorato (AMB): in collaborazione con i rappresentanti in CCS stiamo segnalando eventuali problematiche nei contenuti e nella logistica delle attività di tutorato svolte lo scorso a.a.
  • Report annuale della Commissione Paritetica: vorremmo sfruttare al meglio l’opportunità della compilazione del Report per affrontare con più consapevolezza le questioni più importanti che potrebbero emergere.
  • Maggior visibilità della rappresentanza: al fine di diventare un punto di riferimento per gli studenti, fin dal primo giorno di questo a.a., ci siamo presentati al fianco dei professori durante il discorso introduttivo. Altri incontri, durante l’anno, saranno organizzati, sia per il primo che per anni successivi, in orario di lezione, così da rendere l’evento, oltre che un momento di connessione tra studenti e rappresentanti, un evento istituzionale vero e proprio. Per mantenere un contatto diretto con gli studenti, oltre alla classica email, si è pensato di unirsi ai vari gruppi social del primo anno, per essere al corrente di problemi che potrebbero sorgere e per fornire una assistenza  di gruppo in modo rapido.
  • Assistenza Piani di Studio (AMB): a fronte di alcuni cambiamenti delle modalità di valutazione dei Piano di Studio, alcuni disagi sono emersi da parte di alcuni studenti, in particolare da quelli in transizione tra il primo e secondo anno magistrale; a tal proposito, ci impegniamo a fornire indicazioni utili a chi ne avesse bisogno o, eventualmente ad indirizzarlo verso il responsabile del Corso di Studi.

3I

Cosa è successo:

  • Cambiamento TOL
    In seguito al notevole aumento degli studenti ai corsi di laurea in ingegneria, la scuola ha deciso di cambiare il Tol. Ora chi sostiene il test d’ingresso durante il quarto anno di liceo, è automaticamente ammesso alla prima scelta indicata con qualsiasi voto superiore al 60. Per quanto riguarda invece i ragazzi che effettuano il test al quinto anno, dovranno esprimere diverse preferenze e in base a delle graduatorie verranno poi distribuiti nei vari corsi di laurea.

Cosa abbiamo fatto

  • Accesso Tirocinio Meccanica
    Per quanto riguarda la triennale di Ingegneria meccanica abbiamo ridotto il numero di crediti da 139 a 135 per poter iniziare ad effettuare il tirocinio;
  • Piani degli studi non retroattivi
    Ci siamo opposti al cambiamento dei piani di studio in maniera retroattiva: a settembre c’è stato un problema con il piano di studio di laurea magistrale in ingegneria energetica perché un esame del primo anno era diventato obbligatorio al secondo. Questo ha comportato notevoli disagi agli studenti che non avevo sostenuto questo insegnamento perché precedentemente non obbligatorio. In seguito a numerosi confronti, siamo riusciti ad evitare tale cosa.

Cosa stiamo facendo

  • Blocco salto di Appello nelle prove in itinere
    Bloccare il salto d’appello nelle prove in itinere: in molti corsi di studio, se non si passa il primo parziale non si ha né il diritto di sostenere la seconda parte né quello di effettuare la prova totale.
  • Media equa per l’accesso ai vari corsi LM
    Garantire una media equa tra i vari corsi di laurea magistrale: dai dati della commissione paritetica si nota come la media dei voti tra i vari corsi di LM della 3I non sia effettivamente omogenea. Questo comporta un notevole vantaggio per gli studenti frequentanti quei corsi con medie notevolmente più alte poiché possono accedere più facilmente ad agevolazioni economiche ed eventuali graduatorie Erasmus. Vogliamo collaborare quindi con l’ateneo per garantire migliore equità nella valutazione tra tutti i corsi di laurea magistrale.
  • Maggiore equità nei metodi di valutazione tra esami dello stesso scaglioni
    Garantire una maggiore equità sia nei metodi di valutazione, sia nell’esame stesso tra i vari scaglioni di uno stesso corso di laurea.

DESIGN

Cosa è successo:

  • Didattica Innovativa: approvato il progetto “Designer Explorer” che incoraggia gli studenti a partecipare ad attività extracurricolari quali mostre, conferenze ed eventi che trattino argomenti correlati al proprio corso di studi per arricchire il proprio bagaglio culturale ed esplorare la città di Milano. Prevede l’attribuzione di 3 CFU extracurricolari una volta che si attesti di aver partecipato ad un numero sufficiente di attività a cui è attribuito un punteggio (fino a 100, la soglia per l’ottenimento dei crediti aggiuntivi).
  • Sondaggio Laboratori: i rappresentanti degli studenti hanno messo a punto un questionario sull’utilizzo dei laboratori e sulle possibili migliorie (acquisto di macchinari, efficienza, orari di apertura) in collaborazione con il personale addetto alla loro gestione.
  • Welcome Matricole e Vademecum: abbiamo partecipato alla giornata di apertura della Scuola, mettendoci a disposizione dei nuovi arrivati al Politecnico sia di persona, sia attraverso una presentazione che spiegasse aspetti che toccano da vicino la vita degli studenti quali la compilazione del piano di studio o il pagamento delle tasse, disponibile in seguito a tutti perché inviata tramite mail a tutti gli iscritti al primo anno di L e LM

Cosa abbiamo fatto

  • Assistenza a studenti in difficoltà: abbiamo potuto aiutare direttamente numerosi studenti che si sono rivolti ai rappresentanti in cerca di informazioni per la risoluzione dei problemi più svariati, come passaggi di corso, difficoltà o ritardi nel pagamento delle tasse, discriminazioni in sede d’esame ed altro ancora.
  • Risoluzione delle sovrapposizioni negli appelli del nuovo calendario: abbiamo cercato per quanto possibile di risolvere le sovrapposizioni degli appelli createsi nonostante il nuovo calendario, segnalandone la presenza alle segreterie.
  • Report della Commissione Paritetica: abbiamo partecipato all’analisi dei Questionari di Valutazione compilati dagli studenti e ne abbiamo quindi registrato i risultati nel Report redatto in collaborazione con gli altri membri della Commissione Paritetica, che si è dimostrata particolarmente attenta ai pareri e alle esigenze degli studenti. Le segnalazioni fatte, tuttavia, sono state finora considerate dalla Giunta soltanto per quanto riguarda la questione degli spazi di lavoro e di studio, della loro catalogazione e del prolungamento della loro apertura anche la sera e nei finesettimana.

Cosa stiamo facendo

  • Indagine sui costi di progetto, che vada a mettere in rilievo quanto gli studenti devono investire nei propri progetti, in modo tale da cercare strategie per ammortizzarne l’impatto
  • Appelli dei laboratori finalmente equiparati ad appelli di qualsiasi altra tipologia d’esame, con la possibilità che gli studenti possiedono per diritto di poter usufruire di entrambe le date d’appello.
  • Regolamento sui passaggi di corso, soprattutto per quanto concerne le Lauree Magistrali, che metta in chiaro i termini e i vincoli che potrebbero precludere l’ingresso del candidato al nuovo corso di laurea scelta

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: