Ti piacerebbe avere convenzioni per i trasporti dedicate a chi studia?

CHI STUDIA VIAGGIA – CHI VIAGGIA PAGA

Firme raccolte

Sovraffollamenti, ritardi, scioperi, sospensioni e pessime condizioni dei convogli: sì, stiamo parlando del viaggio in treno per raggiungere il Politecnico. Che si trascorra dormendo, leggendo o ripassando, di sicuro è un viaggio che DOBBIAMO fare per poter seguire le lezioni e studiare.

Sei pendolare?

Non esistono convenzioni dedicate a te.

Sei fuori sede?

Puoi usufruire degli sconti Under 30 di Trenitalia, che però si esauriscono molto in fretta, soprattutto in prossimità delle festività, con prezzi dei biglietti che raggiungono anche i €200 tra andata e ritorno per tornare a casa.

Altre università italiane, consapevoli delle problematiche legate al trasporto pubblico e ai costi sostenuti da chi viaggia per recarsi in aula, hanno stipulato convenzioni con gli enti di trasporto urbani, regionali e nazionali.

Bisogna fare di più. Bisogna mettere in discussione il concetto di trasporto, perché chi studia viaggia, ma viaggiare costa, e molto.

Chiediamo un sostegno economico per chi pendola in Lombardia o deve attraversare mezza, se non tutta Italia, per rivedere la propria famiglia.

Abbiamo lanciato questa raccolta firme per chiedere accordi economici tra il Politecnico di Milano, Trenord e Trenitalia, sulla scia di convenzioni esistenti e ottenute da altri atenei italiani.

Firma per questa campagna. 

La Terna Sinistrorsa