Elezioni studentesche comunicato stampa

Nelle giornate di mercoledì 13 e giovedì 14 Aprile si sono svolte le elezioni per le rappresentanze studentesche nel Politecnico di Milano. Sono state rinnovate tutte le componenti studentesche in seno al Senato Accademico, alle nove Commissioni Paritetiche di Scuola (ex Facoltà) e ai Consigli di Corso di Studio.

Per il Senato Accademico si sono presentate cinque liste: La Terna Sinistrorsa (che ha come riferimento i valori di Sinistra), Lista Aperta (che ha come riferimento il movimento cattolico di Comunione e Liberazione), Svolta Studenti (che si definisce apartitica e apolitica e vicina all’idea delle Student’s Union angolosassoni), Azione Universitaria per le Libertà e Generazione Futuro – Centrodestra Universitario. Queste ultime due liste, tre anni fa unite, si sono divise di recente a seguito delle fratture interne ai loro partiti sul piano nazionale, Azione Universitaria vicina al PdL e Generazione Futuro vicina a Fli.
I risultati ufficiali, disponibili su www.polimi.it, parlano chiaro: per l’elezione del Senato Accademico c’è stata una netta affermazione de La Terna Sinistrorsa che aumenta del 39% i propri voti assoluti passando così dal 35,1% di tre anni fa al 39,6% attuale (da 1875 a 2608 voti). Scende invece Lista Aperta che pur aumentando di 33 voti cala dal 32% al 28,4%. Buon risultato anche per Svolta Studenti che passa dal 19,4% al 21% (aumentando i propri voti assoluti del 33%). Delusione invece nelle destre: Azione Universitaria al 4,6% e Generazione Futuro al 6,2% prendono separate meno voti di quelli che avevano preso insieme alle ultime elezioni (12,6%) non riuscendo così ad aggiudicarsi nessun seggio in Senato Accademico.
A causa del sistema di attribuzione dei seggi (proporzionale puro con uso dei resti), nonostante la prima lista (La Terna) abbia distaccato per più del 10% la seconda lista (Lista Aperta), entrambe prendono 2 seggi in Senato Accademico, mentre il quinto va a Svolta Studenti.

L’affermazione della Terna è stata pressoché uguale in tutte le Commissioni Paritetiche di Scuola (ex Facoltà).
Ci sono state però anche altre sorprese: il gruppo Studenti Bovisa, nato ad ottobre in difesa dell’Università Pubblica contro la Legge 240 Gelmini e candidatosi solo nella Scuola di Architettura Civile ha ottenuto un entusiasmante 58,3%, aggiudicandosi 3 dei 5 posti nell’organo di Scuola e lasciando a Lista Aperta e a Generazione Futuro un solo seggio.
Grande soddisfazione anche a Ingegneria Civile, Ambientale e Territoriale, storica roccaforte ciellina, dove la Terna grazie all’impegno degli ultimi anni è riuscita a strappare la maggioranza assoluta dei voti con il 52%.
Infine, clamoroso flop per il Movimento Universitario Padano che, candidatosi solo nella Scuola di Ingegneria dell’Informazione, prende 17 voti pari al 2,43% dei votanti.

Molto positivo inoltre il dato dell’affluenza (7112 votanti, pari al 19,26% degli aventi diritto) che ha registrato un netto aumento rispetto alle elezioni di tre anni fa (+1048 studenti votanti) e decisamente maggiore alle altre grandi università milanesi (Statale al 14%, Bicocca al 13%) e italiane.

“È stato un risultato eccezionale” dichiara Giulio Pelizzon – responsabile de La Terna Sinistrorsa “ben al di sopra delle aspettative. Arriva non solo come risposta al continuo tentativo di delegittimazione che l’attuale governo perpetua nei confronti dell’Università Pubblica (senza distinguere se essa sia efficiente o meno), ma premia anche l’impegno profuso dalla nostra rappresentanza in questi anni e ci permetterà di continuare il nostro dialogo costruttivo con gli organi centrali dell’Ateneo.
Siamo anche molto soddisfatti per l’affluenza: metà dei nostri manifesti esortavano al voto citando la famosa canzone di Gaber “libertà è partecipazione” senza mettere nessun riferimento alla nostra lista perché crediamo che una maggiore affluenza dia più credibilità alla rappresentanza studentesca nel suo complesso. Questa campagna di esortazione al voto è stata portata avanti anche distribuendo 5000 copie della Costituzione Repubblicana, distribuite con un volantino che riportava una frase del Presidente Napolitano estratta dal discorso di fine anno sull’importanza dell’impegno dei giovani.
Infine anche se il nostro gruppo è indipendente dai partiti (pur riconoscendosi negli ideali di Sinistra), speriamo che a Milano la sinistra non si limiti a vincere solo nelle università (da noi come in Statale e Bicocca), ma che questa sia la volta buona anche per il Comune, facciamo quindi i nostri migliori auguri al candidato di centrosinistra Giuliano Pisapia.”

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: