PROGRAMMA SCUOLA 3I

*3I sta per Ingegneria Industriale e dell’Informazione

1. MIGLIORIAMO LA SESSIONE

I calendari d’esame ci fanno spesso storcere il naso: date troppo vicine o lontane tra loro, sovrapposizioni tra scritti e consegne, tra scritti e orali, tra scritti e scritti… Esiste qualcosa che ci tuteli? Per ora solo delle “linee guida”, per questo vogliamo un regolamento ad hoc! Ecco le nostre idee!

Uno dei problemi logistici associati agli esami in presenza è la disponibilità di aule. Proponiamo di mantenere gli orali da remoto, così da liberare spazi per lo svolgimento di altre prove.

Spesso ci ritroviamo a presentare dei progetti durante la sessione. Chiediamo di poter estendere le date di consegna anche fuori dalla sessione per dare la precedenza agli esami nel calendario.

Il primo parziale NON è il primo appello: richiediamo la possibilità di svolgere un appello completo nella data del secondo parziale accessibile a tuttз.

Per i corsi che non prevedono prove in itinere, chiediamo di utilizzare le settimane dei parziali come sessione straordinaria per ulteriori appelli d’esame.

Eliminare il problema dei professori che pubblicano i voti del primo appello a ridosso del secondo appello risolvendo l’ambiguità presente nella carta dei diritti e dei doveri, dove si specifica che l’esito delle prove deve essere comunicato “prima della data di scadenza per l’iscrizione dell’appello successivo” (Art. 3, punto 8). Attualmente, infatti, la data di iscrizione al secondo appello pare sempre posticipabile fino al giorno dell’appello stesso.

La sessione d’esame delle lauree magistrali presenta troppo spesso sovrapposizioni degli esami obbligatori. Per risolvere il problema proponiamo di creare, per ogni corso di studi, una commissione formata da docenti e rappresentanti che si occupi della calendarizzazione degli appelli d’esame durante la sessione.

Differenti scaglioni di uno stesso corso troppo spesso riscontrano disparità tra prove e insegnamenti: chiediamo che venga incentivata e rafforzata la cooperazione tra i docenti nella stesura dei temi d’esame e nella distribuzione del materiale didattico.

2. MIGLIORIAMO LA DIDATTICA

Introdurre un questionario post-sessione da compilare entro la presentazione del successivo piano di studi che renda possibile valutare gli esami, completando così il sistema di feedback per il miglioramento della didattica.

I progetti e i laboratori sono fondamentali per la nostra formazione. Valorizziamoli tramite spazi opportuni e valutazioni dal peso adeguato.

Le ore di ricevimento sono spesso poco sfruttate all’inizio del corso e sovraffollate quando si avvicina l’esame; oltretutto spesso per piccoli dubbi sembra uno spreco di tempo. Implementiamo l’utilizzo di portali digitali per chiarire dubbi minori in cui studenti e docenti sono sullo stesso livello e potenziamo il ricevimento dando maggiore spazio a lezioni Q&A, in modo da migliorare l’interazione classe-docente e aggiornare l’obsoleta ora di ricevimento

Garantire la disponibilità di lezioni registrate: è fondamentale per dotare lз studentз di tutto il materiale didattico necessario a prepararsi al meglio.

3. SUPPORTO PSICOLOGICO

La salute mentale deve essere una priorità, anche a ingegneria.

Proponiamo uno spazio di guida e sostegno allo studio, un progetto di supporto per tuttз, per supportare il percorso accademico e psicologico dell’individuo e affrontare criticamente eventuali ostacoli.

4. SPAZI PER FARE L’INGEGNERE

Proponiamo la creazione di uno spazio dove sviluppare le nostre idee e progetti con tutti gli strumenti necessari.

• DropLab: Nel contesto della nuova Goccia di Bovisa abbiamo pensato ad uno spazio innovativo che possa stimolare la curiosità degli studenti e delle studentesse ed incoraggiarli a sperimentare. Nel DropLab potrai trovare tutto ciò di cui hai bisogno per i tuoi progetti: strumenti e materiali, il supporto e la conoscenza di professori e tecnici. Questo sarà anche il luogo in cui avrai la possibilità di incontrare altrз studentз con cui condividere il tuo progetto, cooperando e sviluppandolo da ogni punto di vista. Un laboratorio di idee dove soft-skills come il lavoro di gruppo, l’interdisciplinarità, il problem solving e la creatività trovano la loro naturale palestra.

5. CRITERI DI ACCESSO LAUREA MAGISTRALE

Chiediamo una revisione dei criteri e degli sbarramenti per l’accesso alle lauree magistrali

Un sistema basato solamente sulla media, o sul voto di laurea, rispecchia una meritocrazia finta, che non esprime realmente l’impegno e l’interessamento degli studenti. Per questo proponiamo di introdurre dei criteri d’accesso che tengano conto anche di percorso e reddito.

Ci batteremo anche per eliminare le restrizioni nei corsi in cui non si può andare oltre i 4 anni di triennale per poter accedere alla magistrale e all’aumento della media proporzionale agli anni fuori corso. Troviamo infatti superficiale giudicare il percorso di uno studente e le sue capacità solamente basandosi sul numero di anni che ha impiegato per laurearsi in triennale. Ognunə ha diritto a poter continuare i propri studi senza ulteriori restrizioni.

6. UNIVERSITÀ E LAVORO

Gli eventi organizzati dal Career Service risultano spesso sbilanciati rispetto ad alcuni corsi di studio. Riteniamo necessario l’istituzione di un incontro annuale aperto a tuttз per conoscere l’offerta del Career Service e, dialogando con lo stesso, individuare per ogni corso almeno un progetto di interesse.

La Terna Sinistrorsa