Progettare nel 2021 vuol dire progettare per una società fluida, in cui il continuo cambiamento è l’unica costante. Proponiamo un ciclo di incontri che dà spazio a realtà indipendenti, che propongono i temi importanti e dibattuti come sostenibilità, inclusività e indipendenza in modo innovativo, fuori dagli schemi e, perché no, con un pizzico di faccia tosta. 

Gli incontri avranno luogo su Zoom e in contemporanea via diretta Facebook. Per partecipare è necessario compilare il form a seguire: ci permetterà di inviarvi il link di accesso, che verrà fornito via mail il giorno dell’incontro stesso. Sarà possibile proporre domande sia nella chat, quindi durante l’incontro, ma anche nei giorni precedenti attraverso apposite storie sulla pagina della Terna. Vi aspettiamo numeros*!

 

Venerdì 7 maggio – Gastrite Magazine: autoproduzione ed editoria indipendente 

Gastrite è un magazine indipendente che, già dal nome, non ha paura di essere scorretto. La sua missione? Parlare di temi scomodi per “abbattere pregiudizi e fastidi causati dall’ignoranza e dalla disinformazione, combattere l’intolleranza e invitare i lettori a riconsiderare le proprie posizioni”. Dalla grafica d’impatto, illustrazioni accattivanti e opinioni irriverenti, è un esempio freschissimo delle contaminazioni reciproche tra editoria tradizionale e digitale, riscoperta del cartaceo e comunicazione audace.
Per info: @gastrite.magazine

 

Martedì 11 maggio – Marcello Pipitone: sostenibilità e customizzazione

Texture intricate, materiali di riuso e shooting da Bonola: così potremmo descrivere il brand di Marcello Pipitone, tra i Vogue Talent di febbraio 2021. Tra design e artigianato, i suoi capi nascono da un modo di fare sostenibilità vicino al mondo delle customizzazioni e del DYI: tessuti differenti per fibre e storia vengono decostruiti e assemblati in pezzi intricati, imprevedibili e fuori dagli schemi. Un brand in cui l’innovazione non è sinonimo di nuovo ma di unico (di fluidità e valorizzazione?)
Per info: @marcello_pipitone

Venerdì 14 maggio – Piantando: start up e sociale

Piantando è una start up con una mission ambiziosa ma chiara: “rendere il nostro pianeta un posto migliore di come lo abbiamo trovato”. Nata dall’idea di Andrea Evangelista e Chiara Riente, ex student* del Poli, attraverso un sistema di economia circolare tramuta gli acquisti di piante in progetti concreti. Con Piantando affronteremo diverse sfaccettature della progettazione, dall’ideazione alla realizzazione e al mantenimento di un’attività ecosostenibile, lontana dalle logiche di mercato tradizionali.
Per info: @piantando

Martedì 18 maggio – WOVO: sex toys, tabù e inclusività

Probabilmente i sex toys non sono la prima cosa che viene in mente quando si parla di design. Eppure, proprio per la loro natura, possono essere terreno fertile per parlare di inclusività, parità di genere, valorizzazione delle minoranze e della fluidità. Con Frida, founder di Wovo, parleremo di come comunicazione trasparente e attenzione al prodotto possano abbattere i tabù e gli stereotipi intorno alla sessualità.
Per info: @wovo_store

La Terna Sinistrorsa